Italia, Zaniolo ripercorre la sua storia ed il ritorno in Nazionale

31 Agosto 2021
- Di
Redazione
Tempo di lettura: < 1 minuto

ITALIA ZANIOLO CONFERENZA STAMPA - Dal ritiro della Nazionale Azzurra a Coverciano il giallorosso Nicolò Zaniolo ha parlato in conferenza stampa in vista del match che vedrà l'Italia opposta alla Bulgaria giovedì 2 settembre allo Stadio Artemio Franchi di Firenze. Ecco le sue parole.

Italia, la conferenza stampa di Zaniolo

"Sono molto felice di essere qui e di essere parte del gruppo dei campioni d'Europa. L'infortunio lo vedo come un nuovo inizio e speriamo che in futuro ci siano tanti altri gol. La prima volta era tutto nuovo, la riabilitazione è stata più leggera. La seconda volta è stata una bella mazzata e dovevo ricominciare tutto da capo. Ma mi ha tirato fuori tante cose che non sapevo di avere dentro, mi ha fatto crescere come uomo e come calciatore. Diciamo che non tutti i mali vengono per nuocere e sono riuscito a vedere anche le piccole cose che prima non vedevo. Questo secondo stop mi ha insegnato la cultura del lavoro come andare in palestra prima dell'allenamento: prima ci andavo tanto per, adesso vado altrimenti non riesco ad allenarmi. O anche andare prima al campo, l'alimentazione, sono migliorato. A starmi vicino è stata soprattutto la mia famiglia mi è stata vicino. Mi sono detto che dovevo tornare più forte di prima perché il pallone per me è tutto. Foto con Baggio? Un mito che ho sempre avuto, con lui abbiamo in comune anche questi due infortuni al ginocchio".

Sul gruppo azzurro

"È un gruppo dove tutti i giovani e non sono in sintonia, sono uniti e coesi. Sono onorato di far parte questo gruppo e farò di tutto per poterci rientrare. Kean? L'ho visto cambiato e maturato. Come per me il sogno è stare in questo gruppo, spaccare il mondo ma con la testa".

© Copyright - Romanistaweb.it
chevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram