Mourinho: “Arbitro e VAR non all’altezza di questa partita, hanno condizionato il risultato”

romanistaweb-roma-mourinho-jose-video-instagram-social
Instagram Mourinho
Reading Time: 2 minutes

Lazio-Roma, le parole di Mourinho contro il Var e l’arbitro

“Il calcio italiano è migliorato tanto, ma l’arbitro e il Var non sono stati al livello di questa partita. Hanno sbagliato tanto.Siamo stati in difficoltà per dieci minuti, meritavamo un risultato diverso. L’arbitro è stato decisivo in questa partita. Prima di tutto fammi dire qualcosa di positivo, un feeling di una persona che è stata in Italia 10 anni fa, il calcio italiano è migliorato tanto, il gioco offensivo, la voglia di vincere è migliorata tanto. Purtroppo una partita fantastica, l’arbitro e il VAR non hanno avuto dimensione per una partita di questo livello. Parli del secondo gol che dal 2-0 poteva essere 1-1. L’arbitro ha sbagliato, il VAR ha sbagliato non so da Coverciano o dove sono. Il secondo giallo a Lucas Leiva è importante perché giocare in 10 conta tanto. Poi 2-3 situazioni simili a quella di Pellegrini a lui rosso e oggi niente. Sono con i giocatori perché sono stati la squadra più brava in campo. Quando concedi 3 gol qualcosa hai sbagliato ma i primi due sono in contropiede. Abbiamo giocato e dominato, anch’io dalla panchina abbiamo provato tutto. Abbiamo messo in grande difficoltà, hanno gestito gli ultimi minuti bene perché l’arbitro gliel’ha permesso.

Mourinho sul primo derby perso

“Siamo stati in difficoltà per dieci minuti, meritavamo un risultato diverso. L’arbitro è stato decisivo in questa partita. Non sono preoccupato per gli errori difensivi. Sarei preoccupato se non giocassimo o se non cercassimo di vincere la partita anche nella difficoltà del 2-0 o del 3-1. Se arrivassimo qui e la Lazio ci avesse dominato dal 1° all’ultimo minuto. I primi due gol sono gol in contropiede e una squadra che sta perdendo deve rischiare come abbiamo fatto”.

Sulle assenze della Roma, in particolare di Pellegrini

“Non volevo parlare di Pellegrini perché dovrei parlare di nuovo di quello che è successo nell’ultima partita. Nico ha fatto un’ottima partita magari con errori nel decidere alla fine, ha distrutto gli avversari. Ha fatto una partita fantastica, peccato che ha avuto questo affaticamento fisico che non gli ha fatto finire la partita. Lui, anche Micki… Parlare di individualità per me è più difficile, sono contento con la mia squadra”.

Sulla reazione della Roma dopo i gol subìti

“Noi siamo sempre sereni, siamo sempre stati squadra anche nel momento della difficoltà. E nel momento della difficoltà al di là del risultato che siamo sempre stati sotto, siamo stati in difficoltà per 10 minuti. Quello che ho detto ai giocatori all’intervallo è che nelle transizioni potevano farci male ma era un rischio che dovevamo prendere e lo abbiamo fatto. Orgoglio sì, squadra sì, qualità di gioco ma meritavamo un risultato diverso, l’arbitro è stato decisivo nella partita”.