Mourinho non abbassa la guardia: "Lo Zoyra è un avversario organizzato"

29 Settembre 2021
- Di
Redazione
Tempo di lettura: 2 minuti

ZORYA ROMA CONFERENZA STAMPA MOURINHO - Alla vigilia dell'incontro di Conference League che vedrà la Roma opposta allo Zorya, formazione ucraina, José Mourinho ha parlato in conferenza stampa. Ecco le sue parole.

La conferenza stampa di Mourinho alla vigilia di Zorya-Roma

"Ho giocato contro lo Zorya qualche anno fa a dicembre, puoi immaginare che le condizioni erano diverse. Queste condizioni sono molto buone per giocare. Non ho ancora visto lo stadio e il terreno, ma si sta bene e la temperatura è perfetta per giocare. Abbiamo analizzato ciò che è possibile analizzare e visto che le partite di Europa League, poi di Conference League e anche quelle principali del campionato in Ucraina. Magari domani cambieranno qualcosa, ma hanno sempre giocato con un modulo fisso, con un 4-4-2 organizzato, è una squadra che ci metterà in difficoltà. Ovviamente vogliamo vincere, questo è l'obiettivo. È una squadra che dal punto di vista dell'organizzazione può metterci in difficoltà".

Sulle motivazioni in vista del match

"Certo, c'è sempre la motivazione quando si gioca. Se mi chiedi se preferisco vincere la Champions o la Conference League, devo essere onesto e dico la Champions. Ma non stiamo giocando la Champions, stiamo giocando la Conference e dobbiamo cercare di vincere. Manca tanto, in questo momento l'obiettivo non è vincere niente. L'obiettivo adesso è vincere domani, qualificarci nel girone e se possiamo finire primi. L'obiettivo e la motivazione è vincere domani. Noi favoriti? È un concetto complesso nel calcio europeo oggi. Ogni Paese, ogni squadra ha potenziale e organizzazione. Non si può parlare di grandi differenze che fino a qualche anno si potevano trovare. Ho giocato già in Ucraina con Inter, Chelsea, Manchester United e la Roma sarà la quarta squadra diversa con cui gioco qui. Non ricordo nessuna partita facile qui. Con l'Inter abbiamo vinto all'ultimo minuto, con Chelsea abbiamo pareggiato e penso che col Manchester United abbiamo vinto per 1-0. Domani non sarà facile, la squadra è organizzata e gioca con un 4-4-2 posizionale, i giocatori sanno perfettamente cosa deve fare. Dobbiamo affrontare la partita con concentrazione, non ha niente di facile".

Sul turnover

"I cambi sono una cosa, una seconda squadra un'altra cosa diversa. Per noi non esiste il concetto di seconda squadra. Non cambierò tanti giocatori. Abbiamo la necessità di far riposare qualche giocatore e di dare opportunità a qualcun altro che non sta giocando tanto. Ma scendiamo in campo con una squadra forte e l'obiettivo è vincere la partita".

© Copyright - Romanistaweb.it
chevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram