Pellegrini: “Ho 25 anni, gioco nella Roma e ho voglia di vincere”

romanistaweb-roma-serie-a
Reading Time: 2 minutes

ROMA PELLEGRINI INTERVISTE – Il capitano giallorosso, Lorenzo Pellegrini, si è concesso ad una lunga intervista ai microfoni dei canali ufficiali della Roma. Tornato a Trigoria prima del tempo concesso, per riprendere gli allenamenti e terminare il recupero dall’infortunio, ha parlato molto di José Mourinho. Ecco le parole di Pellegrini. 

Il ruolo di capitano per Pellegrini 

“Essere diventato il capitano per me è un onore incredibile oltre che una responsabilità, però mi sarebbe piaciuto diventarlo in maniera diversa. In quel momento la Società ha ritenuto opportuno che il capitano diventassi io, ma per me Edin Dzeko restava uno dei capitani anche senza la fascia, così come lo ero io in precedenza o come lo sono tuttora Mancini e Cristante”.

Su Mourinho

“È stato un fulmine a ciel sereno: nessuno si aspettava una notizia come questa. Quando si annuncia un allenatore del genere si crea un entusiasmo che è quello che continuiamo a percepire in tutte le partite all’Olimpico. A me vengono i brividi tutte le volte che giochiamo, anche di lunedì sera con lo Spezia ci sono 45 mila tifosi a sostenerci, cosa che per altre squadre non succede. Questo ci deve dare la forza per andare avanti e rendere orgogliosi tutti, dai tifosi a tutte le persone che sono intorno a noi, dallo staff ai dipendenti”.

Fonseca nella storia di Pellegrini 

“Ha sempre cercato di trasmetterci il suo modo di pensare il calcio e per me ha lasciato un’eredità in tanti di noi. Mi ha insegnato molto, mi ha aiutato a crescere e lo ringrazierò sempre. Ho un ottimo rapporto con lui. Situazioni come quella dopo lo Spezia in Coppa Italia o come la pandemia e tutto quello che ha comportato non lo hanno aiutato, ma sono sicuro che troverà il giusto progetto per lui e che farà ancora bene”.

Il rapporto con Mourinho

“La cosa che mi piace più del Mister è che gli interessa solo una cosa: continuare a lavorare per cercare di vincere. Questo è quello anche io voglio più di tutto. Ho 25 anni, gioco nella Roma e ho voglia di vincere”.