Abraham: “Mi scuso con tutti per non essere stato me stesso fino ad ora”

9 Novembre 2022
- Di
Redazione
Categorie:
Tammy Abraham con mano alzata verso il cielo esulta per il gol
Tempo di lettura: < 1 minuto

ABRAHAM SASSUOLO ROMA - Va in archivio Sassuolo Roma con il risultato di 1-1 e la rete di Abraham. Queste le sue parole a DAZN al termine della sfida. 

Il messaggio di Abraham ai tifo e alla Roma al termine del match con il Sassuolo

“Prima di analizzare la partita, vorrei rivolgermi ai tifosi, ai compagni di squadra, all’allenatore e in qualche modo scusarmi per non essermi espresso sui livelli della scorsa stagione, non sono stato me stesso. Sono una persona, un ragazzo, in fondo. Ho attraversato un momento difficile, con poca fiducia. Oggi ci tenevo a dimostrare ai tifosi che sono ancora io, che sono pronto ad aiutare la squadra. Manca una partita da vincere prima della sosta e dopo la sosta bisogna tornare più forte di prima”.

L’analisi di Abraham su Sassuolo Roma

“Forse, un po ' di calo di concentrazione, è anche vero che abbiamo giocato molte partite in un tempo molto ristretto. Probabilmente anche la stanchezza è intervenuta. E’ chiaro, questo è anche un campo difficile dove giocare e un punto in trasferta tutto sommato non è male. Ora pensiamo alla prossima partita dove i tre punti sono fondamentali”. 

Che ti ha detto Mourinho sul tuo atteggiamento?

“Io penso che Mourinho mi conosce bene come giocatore, conosce la squadra e sa che può succedere di attraversare alti e bassi nel corso della stagione. Probabilmente mi sono caricato io stesso di troppe pressione, ci tenevo tantissimo a fare gol e questo ha innescato un circolo vizioso e niente, sono davvero contento oggi di aver ritrovato il gol e ho ancora una partita per dimostrare il mio valore.”

© Copyright - Romanistaweb.it
chevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram