Roma, Mourinho: "Un unico cambio rispetto alla Cremonese"

26 Agosto 2022
- Di
Redazione
Tempo di lettura: 2 minuti

JUVENTUS ROMA CONFERENZA MOURINHO - Alla vigilia del match contro i bianconeri, il mister dei giallorossi, José Mourinho, compare davanti ai media in conferenza stampa.

Juventus - Roma, la conferenza stampa di Mourinho

"La squadra che gioca domani è la stessa di lunedì, con un solo cambio: Matic per Zaniolo. Arriviamo a Torino con sei punti in due partite e questo è importante. Ma arriviamo anche con le situazioni di Zaniolo e Wijnaldum, che sono due calciatori importanti per noi: questo potrebbe cambiare le prospettive di gara. Una cosa è avere una rosa con più soluzioni e un'altra è averne una con meno. Quella di domani è una partita contro una grande squadra, che vuole vincere lo Scudetto: giocare contro la Juventus è sempre difficile, ma è anche motivante. In questo senso è il top. E' difficile? Sì, ma vogliamo giocarla".

Mourinho e la Juventus: partita particolare?

"Se sento la gara con la Juventus? No. Non voglio farne un caso. Per me ogni partita ha la sua vigilia e la sua routine. Non cambia niente. Giocare contro una squadra top è bello, ma non è nulla di speciale rispetto al solito. Tante volte ho giocato a Torino, domani sarà una in più. Non c'è connessione con il passato".

Verso Juve - Roma: rigorista segreto

"Abbiamo scelto il rigorista per domani, non chi lo sarà per tutta la stagione. Dipende dagli allenamenti, infatti, e dalle condizioni dei singoli. Non ti dico chi è, se no Perin e Szczesny hanno 20 ore per studiare chi lo tira. Sono 4-5 i potenziali. Felix non sarà convocato, perché esiste una possibilità altissima che possa essere trasferito. Noi non lo vogliamo rischiare, né lui sarebbe disponibile a rischiare".

La chiosa è sulla sfida dell'Allianz

"Tradizione della Roma a Torino? Prima di tutto dobbiamo pensare che ogni gara è una partita a sé. Questo Juve-Roma non ha nulla di connessione con la prossima o l'ultima. Quello che è successo in passato non deve incidere. Noi possiamo preparare la squadra al meglio, come lo facciamo sempre. Non è che con la Juve lo facciamo di più rispetto a quanto fatto con la Cremonese. Dobbiamo fare una partita normale. Andiamo lì a giocare contro una squadra di qualità con fiducia e tranquillità. Siamo cresciuti e siamo preparati. Sappiamo cosa vogliamo fare. Da due giorni i giocatori sanno chi gioca. Non c'è grande storia, andiamo lì a cercare di vincere".

© Copyright - Romanistaweb.it
chevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram