Sampdoria - Roma, Lanna: "Il mio cuore batte sempre blucerchiato, anche se ricordo con grande affetto le stagioni romane"

25 Marzo 2022
- Di
Redazione
romanistaweb-roma-sampdoria-marco-lanna
Tempo di lettura: 2 minuti

SAMPDORIA AS ROMA LANNA - Ancora una domenica di riposo per la Serie A prima di tornare in campo. La Roma si prepara quindi a sfidare la Sampdoria tra le mura nemiche. In vista del match, La Gazzetta dello Sport, ha intervistato Marco Lanna, presidente della Samp. Queste le sue parole al quotidiano sportivo rosa. 

Lanna su Sampdoria - Roma

"Il mio cuore batte sempre blucerchiato, anche se ricordo con grande affetto le stagioni romane, per me un periodo di grande crescita. Era il 1993, avevo venticinque anni, per la prima volta andavo via da casa. Roma, e la Roma, mi hanno fatto crescere umanamente e sportivamente, in un club vissuto in maniera viscerale. Una sensazione strana. La Roma dopo il derby ha ripreso a correre, ma è una gara importantissima anche per noi".

LEGGI ANCHE --->  Giuffredi: “Veretout? Il Napoli non prende calciatori così”

Paragone tra Boskov e Mourinho? 

"Vujadin utilizzava il suo linguaggio per caricare la squadra, con frasi rimaste celebri nel tempo. Mourinho fa spesso altrettanto, creando magari dei nemici con il solo scopo di far compattare la squadra. Azzardo: forse quella del tecnico della Roma è una comunicazione più strategica. Vujadin era davvero così. E da ciò è nato il personaggio al di là dei meriti tecnici".

La solidità del gruppo Sampdoria

"Siamo solo un po’ più vecchi, purtroppo. Abbiamo ripreso a vederci quando le nostre carriere si sono concluse. La verità? Quando ci siamo rivisti, c’era la stessa voglia di un tempo di ridere e stare insieme. Non siamo amici, ma fratelli".

La Lanna la Sampdoria è un modello non replicabile

"Perché il calcio è cambiato, i giocatori cambiano di continuo. Forse, con le persone giuste, si potrebbe riproporre una struttura societaria simile alla nostra. Paolo Mantovani fu bravissimo a portare qui giocatori importanti, ma a far comprendere loro che qui c’era un progetto. Poteva sembrare folle, ma non lo era".

© Copyright - Romanistaweb.it
chevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram